JAZZIN’FAMILY | Matteo Leone

Data

16 Giu 2024
Passato

Ora

11:00 am - 12:00 pm

Luogo

Sala M3 - Teatro Massimo
Cagliari

Dopo le famiglie 0-3 e 3-6 anni, pubblico speciale della sala M3, domenica 16 giugno con il solo turno della mattina, verrà inaugurato il nuovo filone di LA MUSICA CHE GIRA IN TONDO | JAZZIN’ FAMILY, questa volta dedicata ai GENITORI IN ATTESA, organizzato da Sardegna concerti in collaborazione con contattosonoro.

Che sia dunque, la vostra prima gravidanza in famiglia o che ci siano già sorelle e/o fratelli maggiori, l’intero nucleo familiare potrà assistere al meraviglioso concerto di Matteo Leone Quartet, che presenterà per questa occasione, il suo lavoro SAAD in una nuova versione.

Grazie alla poetica di Brahim Khamlichi (Khamanjah,Oud, Percussioni , Voce), Vincenzo Mazza (percussioni) Carlo Spiga (launeddas e live electronic) e naturalmente dello stesso Matteo Leone (Chitarra, Guembri, Percussioni, Voce), il pubblico verrà avvolto da una musica senza confini che ben si sposa con la mission di questa rassegna musicale, ancor più all’interno di questa dedica cosi preziosa e sensibile, che per la prima volta #Jazzin’Family, rivolge alla gravidanza.

 

Accoglienza Foyer ore 10:30
Inizio concerto ore 11:00
durata ore 1H

Matteo Leone
Avviato sin da giovanissimo allo studio della musica, dopo una parentesi di un anno in Mauritania, Matteo dà avvio alla sua formazione nella banda del suo paese, Calasetta, nella sezione percussioni. Continua il suo percorso musicale a Bologna, dove scopre il jazz e le avanguardie. Un lungo viaggio negli USA lo avvicina al mondo del blues. Fonda i Don Leone con Donato Cherchi (voce) con cui si impone all’Italian Blues Challenge del 2017, accede alle finali europee 2018 a Hell (Norvegia) e alle semifinali dell’International a Memphis.

Vincitore assoluto del Premio Parodi nel 2021 e finalista del Festival Musicultura del 2022, ha partecipato al 42° Festival Internazionale Jazz in Sardegna/European Jazz Expo al Teatro Massimo di Cagliari.
Nel 2023 pubblica Raixe, il suo nuovo disco prodotto, registrato e mixato da Michele Palmas per S’ardmusic e distribuito da Egea Music. Un lavoro in cui Matteo Leone si allontana dall’inglese del blues, scegliendo la sua lingua natale, il tabarchino, emblema della contaminazione tra popoli e culture.

La sua lingua narrante è il tabarchino,
il dialetto di Calasetta,
un misto di ligure, arabo e un pizzico di maltese.

 

Maggiori Informazioni?
Contatta l'Organizzatore

Organizzatore

Sardegna Concerti
Email
marketing@sardegnaconcerti.it
Sito web
https://www.sardegnaconcerti.it/
Newsletter

Aggiornamenti sulla programmazione, offerte e sconti esclusivi.

Iscriviti alla Newsletter