Alta formazione teatrale con Alessandro Serra

Il CeDAC Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna presenta al Teatro Massimo di Cagliari ACT il progetto vincitore del Bando Progetti Speciali 2023 indetto dal MiC / Ministero della Cultura.

il regista Alessandro Serra

ACT è un progetto di alta formazione teatrale ideato da Alessandro Serra, regista e drammaturgo di fama internazionale, autore di “Macbettu”, tratto dal capolavoro di William Shakespeare (premio UBU 2017 come miglior spettacolo).

Il corso coinvolge 12 partecipanti scelti tra attrici e attori provenienti da tutto il territorio nazionale. Trae ispirazione dalle “Lezioni Americane” di Italo Calvino, di cui ricorre il centenario della nascita, su temi della Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità e Molteplicità.

Dal 30 agosto al 17 settembre quattro Ateliers: tre sono rivolti agli attori/attrici, mentre il quarto porterà avanti l’“Osservatorio” affidato a studenti/studentesse della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari.

Fondamentale il ruolo e la scelta dei docenti: accanto allo stesso Alessandro Serra, che supervisiona anche l’intero progetto, le varie sezioni sono curate dalla danzatrice Chiara Michelini, dal compositore e direttore d’orchestra Bruno De Franceschi e dal giornalista e critico teatrale Alessandro Toppi. Il focus è sulla dimensione autoriale nell’elaborazione di una partitura scenica, individuale e collettiva, in cui l’attore fa scaturire da sé, partendo dalla materia incandescente dei testi e dalle risonanze interiori, un’interpretazione originale.

Si parte il 30 agosto con l’Atelier di Alessandro Toppi, realizzato in collaborazione con l’Università di Cagliari che fornisce agli studenti universitari suggestioni e spunti per un approccio più consapevole alle arti della scena: insieme all’analisi del testi, da un punto di vista squisitamente teatrale, il giornalista e critico definisce le coordinate e gli orizzonti culturali in cui si inserisce il lavoro di Alessandro Serra e degli altri docenti e il ruolo dell’attore creativo, capace di inserirsi in un ensemble e di costruire una propria grammatica scenica, nella direzione suggerita dal regista, ma attingendo alla propria sensibilità e alla propria immaginazione. Il compito dell’Osservatorio sarà documentare le varie fasi, durante tutta l’evoluzione del progetto, individuando gli aspetti significativi di una costruzione drammaturgica possibile.

ACT nasce anche dalla consapevolezza di un’assenza: poiché nell’Isola non esistono scuole di alta formazione teatrale. Il progetto rappresenta dunque una duplice opportunità, di formazione e ricerca per un nucleo di artisti che si cimenteranno con la scrittura di scena lavorando sull’idea di una composizione collettiva e sulla possibilità di reinventare e elaborare codici e linguaggi per farli meglio aderire all’opera e farla rivivere attraverso una propria poetica. E per gli studenti che avranno occasione di seguire le fasi formazione, improvvisazione, creazione, composizione, affrontando insieme agli artisti un viaggio dietro le quinte.

Newsletter

Aggiornamenti sulla programmazione, offerte e sconti esclusivi.

Iscriviti alla Newsletter